Alle balene piace la musica

Le megattere possono imparare canti estremamente complessi di balene provenienti da altre regioni 

Di Alessia Mircoli

Abbiamo già visto come i cetacei siano estremamente intelligenti. Vi ricordate della spa subacquea dei delfini? Quest’ultimi, infatti, nel Mar Rosso utilizzavano alcune specie di coralli che producevano sostanze antibatteriche per mantenere la loro pelle sana! 

Siamo tutti d’accordo sul fatto che i cetacei siano animali estremamente intelligenti e altrettanto affascinanti, ma per chi ancora non ne fosse convito, ecco a voi la storia delle balene che prendono lezioni di canto!

Le megattere della Nuova Caledonia potrebbero imparare le canzoni dalle loro controparti della costa orientale dell’Australia, afferma la dottoressa Jenny Allen, dottoranda presso la School of Veterinary Science di UQ. Ma chi sono le megattere e cosa si intende per suoni?

La megattera (Megaptera novaeangliae) è un cetaceo misticeto della famiglia Balaenopteridae che può raggiungere dimensioni che vanno dagli 11 ai 17 metri e pesare fino a 30000 kg. Vive in quasi tutti i mari e gli oceani del mondo e compie delle lunghe migrazioni per spostarsi dalla zona in cui si ciba, nelle regioni polari, a quelle in cui si accoppia e  partorisce, nelle acque subtropicali o tropicali. Sono i maschi a produrre un complesso canto che può durare da 10 a 20 minuti e che viene ripetuto per diverse ore. Quale sia lo scopo di tale canto non è ancora noto, ma si pensa che possa svolgere un ruolo nell’accoppiamento.

Tra il 2009 ed il 2015 è stato condotto uno studio volto all’analisi dei modelli di canto dei maschi di ogni regione per comprendere come avviene la sua trasmissione tra le popolazioni. “Ascoltando la popolazione di megattere australiane, siamo stati in grado di vedere se le canzoni sono cambiate in qualche modo quando sono state cantate dalle balene della Nuova Caledonia” aggiunge la dottoressa Aleen “Abbiamo scoperto che hanno effettivamente imparato i suoni esatti, senza semplificare o tralasciare nulla”.

Da questa ricerca, in collaborazione con Opération Cétacés della Nuova Caledonia, pubblicata su Scientific Reports, si evince che le canzoni vengono apprese dagli individui delle diverse popolazioni lungo le rotte migratorie condivise, come la Nuova Zelanda, o su terreni di alimentazione in comune, come l’Antartide. Altra informazione altrettanto sbalorditiva riguarda la memoria di questi animali: ogni anno essi cantavano una canzone differente, ciò significa che le megattere possono apprendere i canti di un’altra popolazione molto rapidamente.

Le megattere sono state rimosse dalla lista delle specie in via di estinzione non troppo tempo fa, ma le loro popolazioni devono ancora essere tenute sotto controllo e gestite con attenzione, sostiene la dottoressa Allen, e queste ricerche potrebbero contribuire nella loro salvaguardia. “Ora abbiamo un quadro più olistico dei comportamenti, dei movimenti e delle interazioni delle diverse popolazioni di megattere, incluso il modo in cui trasmettono la cultura”, conclude la dottoressa. 

Se solo riuscissi ad apprendere ciò che studio con la stessa velocità che le megattere hanno nell’imparare i canti dei loro conspecifici, a quest’ora avrei cinque lauree!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...